Numero Verde
CALCOLA PREVENTIVO


Prestito in Convenzione NoiPA

TAN dal 3,95% per dipendenti Statali e Pubblici!

Richiedi il Preventivo Senza Impegno!

Compila ora il Modulo Online!

Preventivo in 1 minuto
Importo Desiderato
Durata del Prestito
mesi
L'Interessato ricevuta e presa visione dell'Informativa sulla Privacy (Regolamento UE 2016/679) esprime il proprio consenso al trattamento dei propri dati personali per la finalità indicata.
Avanti >>
Indietro

RECENSIONI CLIENTI


LEGGI TUTTE LE RECENSIONI SU


Home / Convenzioni / Prestito in Convenzione NoiPA

Prestito in convenzione NoiPA: in cosa consiste?

È un finanziamento a tasso fisso che viene erogato da istituti finanziari che hanno sottoscritto una specifica convenzione con la Pubblica Amministrazione centrale o periferica, allo scopo di offrire ai dipendenti pubblici e statali prestiti a tassi agevolati, le cui condizioni sono concordate direttamente con il MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze).

NoiPA è un sistema informativo realizzato nel 2012 dal Dipartimento dell’Amministrazione Generale del Personale e dei Servizi (DAG) del Ministero dell’Economia per gestire alcuni servizi, come ad esempio gli stipendi NoiPA e le presenze dei dipendenti della PA.

Le convenzioni stipulate dagli istituti finanziarie direttamente con il DAG o con le Amministrazioni periferiche hanno efficacia su tutti i dipendenti gestiti nel sistema NoiPA.

Grazie a questa convenzione, se sei un lavoratore del pubblico impiego puoi attivare un contratto di finanziamento, in convenzione NoiPA, delegando alla tua Amministrazione il prelievo delle rate direttamente dal tuo stipendio. Questo genere di prestito, infatti, è chiamato anche delegazione convenzionale di pagamento.

Prestito in convenzione NoiPA: chi può accedere?

Tutti i dipendenti la cui gestione degli stipendi è in carico al NoiPa possono accedere alla delegazione di pagamento in convenzione. Consulta l’elenco delle principali amministrazioni interessate per verificare se rientri nella convenzione:

  • Ministeri
  • Regioni e autonomie locali
  • Comuni
  • Agenzie Fiscali
  • Enti Pubblici non economici
  • Dipendenti della Scuola
  • Personale della Sanità
  • Presidenza e Dirigenza del Consiglio dei Ministri
  • Enti art. 70 d.lgs. 165/2001 (ad esempio ENAC – CNEL – ENEA)
  • Personale della Magistratura, Avvocati e Procuratori dello Stato
  • Forse armate – Esercito – Marina Militare – Aeronautica Militare
  • Guardia di Finanza
  • Dipartimento della Pubblica Sicurezza – Polizia di Stato
  • Corpo Forestale dello Stato
  • Corpo dei Vigili del Fuoco
  • Corpo Polizia Penitenziaria

Prestito in convenzione NoiPA: quali condizioni bisogna rispettare?

La rata da rimborsare dipende dall’importo del tuo stipendio, in quanto la singola quota delegabile non può superare il 20% dello stipendio netto.

La durata del contratto di prestito non può essere superiore ai 10 anni ed è prevista una copertura assicurativa a tutela del debitore dal rischio derivante dal verificarsi di eventi sfavorevoli (rischio vita e rischio impiego).

Questo tipo di finanziamento può coesistere con altri finanziamenti, ad esempio la Cessione del Quinto dello Stipendio e altre Deleghe di Pagamento.

Attenzione, però: il totale delle rate non può superare il 50% dello stipendio al netto delle trattenute fiscali e previdenziali.

Grazie alla convenzione anche l’iter burocratico/amministrativo è veloce e snello, devi solo fornire il tuo documento di identità, il codice fiscale e la busta paga, penseremo noi ad elaborare il resto della documentazione necessaria all’istruttoria e all’erogazione del finanziamento attraverso un collegamento telematico con il NoiPa.

Il dipendente è doppiamente tutelato!

La trasparenza è uno dei tratti distintivi di directafin. Per questo ci assicuriamo che il cliente abbia chiare tutte le condizioni previste dal contratto di finanziamento. Inoltre, l’Amministrazione di competenza del dipendente, prima di versare l’importo della rata trattenuta dallo stipendio alla Banca o alla Società finanziaria, verifica la presenza di alcune condizioni a tutela del proprio amministrato:

  • La Banca/Società Finanziaria erogante e l’Intermediario del Credito devono avere tutti i requisiti richiesti dalla legge per questo tipo di operazione ed aver stipulato una convenzione con l’amministrazione cui appartiene il dipendente
  • Il tasso applicato al prestito deve essere inferiore al tasso stabilito dalla convenzione
  • La rata contrattualmente prevista non deve superare un quinto dell’importo netto dello stipendio
  • Nel contratto devono essere indicate tutte le spese previste e gli interessi applicati

La durata del prestito può variare da 12 a 120 mesi. TAEG massimo applicabile 10,57%.

Esempio di prestito: importo erogato 28.000 € da rimborsare in 120 rate mensili da 305,00€ – TAN fisso 4,20 % – TAEG fisso 5,71 % – importo totale dovuto dal consumatore di 36.600,00€.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. directafin s.p.a. è intermediario del credito iscritto al n. A3170 presso l’elenco tenuto dall’OAM. L’elenco, tempo per tempo aggiornato, degli intermediari preponenti, dei prodotti finanziari distribuiti e dei collaboratori di directafin s.p.a. è consultabile su organismo-am.it. Per le condizioni contrattuali fare riferimento ai documenti informativi disponibili c/o le nostre agenzie e su directafin.it | trasparenza. Finanziamenti concessi previa approvazione dell’intermediario erogante.