Home / Blog & News / Cessione del quinto per neoassunti

Sei un lavoratore neoassunto con un contratto a tempo indeterminato e desideri un finanziamento? Devi sapere che, i dipendenti che iniziano a lavorare non hanno sufficienti garanzie quindi non possono accedere a tutte le forme di finanziamento. L’unica formula di finanziamento dedicata ai giovani lavoratori è  la cessione del quinto per neoassunti. Infatti la cessione del quinto è un prestito non finalizzato che viene concesso in tempi rapidi ai lavoratori con contratto a tempo indeterminato. Inoltre, non è necessaria una specifica motivazione e il prestito può essere rimborsato fino a 120 rate mensili con una quota fissa che non può superare 1/5 dell’importo della retribuzione netta.

Quindi, tutti i dipendenti che inziano a lavorare possono accedere alla cessione del quinto per neoassunti? Non proprio! Infatti la possibilità di ottenere questa forma di prestito dipende dalla tipologia di contratto del neoassunto: se il neoassunto è un dipendente pubblico o statale, allora avrà maggiori opportunità di ottenere la cessione del quinto rispetto ad un neoassunto con contratto a tempo indeterminato in un’azienda privata. Vediamo più nel dettaglio i motivi di questa differenza.

 

La cessione del quinto per i neoassunti: l’importanza del TFR per i dipendenti privati

Alla sottoscrizione della cessione del quinto per neoassunti, il dipendente deve garantire con il proprio TFR (trattamento di fine rapporto), quindi un neoassunto di un’azienda privata ha il principale problema di avere un TFR non sufficiente a garantire il prestito. Infatti il TFR viene calcolato in base agli anni maturati sul lavoro e allo stipendio percepito, quindi un neoassunto non avrà accumulato un TFR tale da garantire un finanziamento con la cessione del quinto e dovrà aspettare minimo un anno di anzianità sul lavoro per poter richiedere questa tipologia di prestito. Inoltre è importante che il dipendente lavori in un’azienda che abbia un minimo di 16 lavoratori al suo interno, per poter richiedere un prestito con la cessione del quinto. Queste stesse condizioni valgono anche per i dipendenti pubblici e statali neoassunti? Scopriamolo insieme.

 

La cessione del quinto per i neoassunti: i dipendenti pubblici e statali

Per i dipendenti nel settore pubblico e statale, le condizioni per richiedere un prestito con la cessione del quinto per neossanti sono diverse rispetto ad un dipendente di un’azienda privata. Il dipendente pubblico o statale si trova in una situazione più agevolata perché gli viene riconosciuta una maggiore stabilità del lavoro. Questa stabilità è dovuta ad un rapporto contrattuale più solido rispetto alle condizioni contrattuali riconosciute nel settore privato. Quindi, per il dipendente neoassunto nel settore statale, è molto più semplice, infatti sono sufficienti solo 3 mesi di assunzione per poter accedere al finanziamento con cessione del quinto.

Cessione del quinto per neoassunti ultima modifica: 2018-10-22T13:04:36+00:00 da directafin s.p.a.
Data: 22 ottobre 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RECENSIONI CLIENTI