Numero Verde
CALCOLA PREVENTIVO


Piccolo prestito INPDAP

TAN dal 3,95% fino a 75.000€!

Richiedi il Preventivo Senza Impegno!

Compila ora il Modulo Online!

Preventivo gratis in 1 minuto
Importo Desiderato
Durata del Prestito
mesi
L'Interessato ricevuta e presa visione dell'Informativa sulla Privacy (Regolamento UE 2016/679) esprime il proprio consenso al trattamento dei propri dati personali per la finalità indicata.
Avanti >>
Indietro

RECENSIONI CLIENTI




Home / Guida Prestiti Personali / Piccolo prestito INPDAP

Piccolo prestito INPDAP: di cosa si tratta?

L’INPDAP offre ai dipendenti pubblici e pensionati la possibilità di richiedere dei piccoli prestiti per riuscire a sostenere delle spese di importo non elevato. L’importo ottenuto verrà poi rimborsato all’INPS tramite una trattenuta, con rata fissa, effettuata direttamente sullo stipendio o sulla pensione. Se sei un dipendente pubblico o un pensionato e vuoi saperne di più, troverai in questa guida tutte le informazioni necessarie per ottenere un piccolo prestito INPDAP.

Piccolo prestito INPDAP: come richiederlo?

Il piccolo prestito INPDAP è a tutti gli effetti un prestito a tassi convenienti dedicato a chi lavora o ha lavorato nella pubblica amministrazione. Può essere richiesto attraverso la compilazione di un modulo che si può trovare presso la segreteria delle propria amministrazione o direttamente sul sito dell’INPS (che ha incorporato le attività svolte dall’INPDAP).
E’ importante sottolineare come per questa tipologia di finanziamento non sia necessario presentare nessun tipo di documentazione di spesa e neppure una motivazione specifica per inoltrare la domanda. L’unico prerequisito è quello di essere iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali anche detta “Fondo Credito”. Ogni dipendente in servizio è già iscritto a questo servizio per gestire le prestazioni creditizie e sociali di vario genere.

Piccolo prestito INPDAP: perché sceglierlo?

  • Erogazione di piccole somme a tassi fissi e vantaggiosi
  • Restituzione in tempi brevi
  • Nessuna documentazione in particolare richiesta
  • Nessuna motivazione in particolare richiesta
  • Anche con disguidi finanziari in corso

Piccolo prestito INPDAP: quanto si può ottenere?

Essendo un piccolo prestito, la liquidità che si può ottenere è veramente ridotta rispetto ad altre tipologie di finanziamento come la cessione del quinto. Scendendo più nello specifico ecco le varie possibilità a cui si può andare incontro.

  • E’ possibile richiedere un piccolo prestito con una liquidità pari ad una mensilità netta del proprio stipendio e che bisognerà restituire in 12 rate, cioè in un anno.
  • Se invece hai bisogno di maggiore liquidità potrai optare per un prestito biennale, triennale o quadriennale dove otterrai una liquidità pari a due, tre o quattro mensilità nette, da restituire corrispettivamente in 24, 36 o 48 rate.

Unica pecca rimangono i tempi di erogazione: tra 1 e 2 mesi per ottenere il credito, quindi decisamente più lenti rispetto ad altre tipologie di prestiti online.

Per Importi più elevati richiedi il Prestito in convenzione NoiPA

La durata del prestito può variare da 12 a 120 mesi. TAEG massimo applicabile 10,57%.

Esempio di prestito: importo erogato 28.000 € da rimborsare in 120 rate mensili da 305,00€ – TAN fisso 4,20 % – TAEG fisso 5,71 % – importo totale dovuto dal consumatore di 36.600,00€.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. directafin s.p.a. è intermediario del credito iscritto al n. A3170 presso l’elenco tenuto dall’OAM. L’elenco, tempo per tempo aggiornato, degli intermediari preponenti, dei prodotti finanziari distribuiti e dei collaboratori di directafin s.p.a. è consultabile su organismo-am.it. Per le condizioni contrattuali fare riferimento ai documenti informativi disponibili c/o le nostre agenzie e su directafin.it | trasparenza. Finanziamenti concessi previa approvazione dell’intermediario erogante.