Home / Blog & News / Posso rinegoziare la cessione del quinto fatta da un anno?

Hai stipulato da un anno un prestito con cessione del quinto dello stipendio o della pensione e ti stai chiedendo: posso rinegoziare la cessione del quinto fatta da un anno? Possiamo subito affermare che quando si parla di rinegoziare la cessione del quinto, s’intende il rinnovo del prestito e quindi l’estinzione anticipata del finanziamento in corso per favorire la stipula di un nuovo finanziamento. Si può dunque rinnovare la cessione del quinto fatta da un anno? Diciamo subito che c’è questa possibilità solo se la cessione del quinto che si vuole rinegoziare ha una durata di 60 mesi (5 anni). In questo caso, puoi rinegoziare il prestito con una nuova operazione a 120 mesi (10 anni). Ma vediamo insieme nel dettaglio quali sono i tempi da rispettare per poter rinegoziare un prestito con cessione del quinto.

 

Posso rinegoziare la cessione del quinto fatta da un anno: i tempi da rispettare

Per rinegoziare una cessione del quinto dello stipendio o della pensione, è necessario che siano trascorsi i 2/5 della durata complessiva del prestito, quindi il 40% del piano di ammortamento, come stabilito dall’art. 39 del D.P.R. 180/50. Per fare un esempio, una cessione del quinto con durata di 10 anni (120 rate) è rinegoziabile solo dopo che sono trascorsi 4 anni (48 rate) dalla stipula del contratto, mentre una cessione del quinto con durata di 8 anni è rinegoziabile solo dopo che sono state pagate 39 rate. A questa regola, esiste tuttavia un’eccezione: se la cessione del quinto dura 5 anni (60 mesi) e la si vuole rinegoziare con una nuova operazione a 10 anni (120 mesi), allora non è necessario aspettare che sia trascorso il 40% del piano di ammortamento, ma si può rinegoziare il prestito molto prima, anche dopo il pagamento di sole 3 rate (3 mesi). E’ proprio in quest’ultimo caso che si può rinegoziare la cessione del quinto stipulata da un anno.

 

Posso rinegoziare la cessione del quinto fatta da un anno: i vantaggi e i limiti d’età

Rinegoziare una cessione del quinto dello stipendio o della pensione, porta a due importanti vantaggi in questo periodo storico:

Un tasso d’interesse più basso rispetto alla cessione del quinto in corso. Questo vantaggio dipende dall’andamento dei tassi d’interesse, che negli ultimi anni sono arrivati al minimo storico. Quindi, chi ha stipulato un finanziamento negli anni precedenti, può pensare di rinegoziarlo oggi per ottenere un nuovo tasso d’interesse più conveniente
– La possibilità di ottenere nuova liquidità sostituendo la rata che si sta pagando con una nuova rata. Quindi, si ottiene un nuovo importo senza aumentare l’importo della rata da pagare.

Ma tutti possono rinegoziare la cessione del quinto? I dipendenti con contratto a tempo indeterminato e i pensionati possono rinegoziare la cessione del quinto, ma ci sono alcuni limiti da rispettare. Infatti, i pensionati che hanno superato gli 80 anni di età e i dipendenti di aziende private che sono in procinto di andare in pensione, non possono rinegoziare la cessione del quinto. I dipendenti in via di pensionamento, devono attendere di andare in pensione per procedere ad una nuova operazione.

Posso rinegoziare la cessione del quinto fatta da un anno? ultima modifica: 2018-11-23T16:22:46+00:00 da directafin s.p.a.
Data: 23 novembre 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RECENSIONI CLIENTI